35% DI SCONTO SUL TUO INTERO ORDINE - AGGIORNATO AL CHECKOUT

Tattiche subdole di miscele proteiche a cui prestare attenzione

Una miscela proteica può essere altrettanto efficace, se non più efficace, delle sole proteine ​​del siero di latte secondo recenti studi. Non sorprende quindi che sempre più persone passino all'utilizzo di una miscela proteica. Con centinaia di diverse miscele proteiche disponibili oggi sul mercato, come possiamo distinguere tra il buono e il cattivo? Purtroppo alcune aziende hanno fatto ricorso a tattiche subdole per ridurre i costi delle loro miscele proteiche, nascondendo i livelli di ingredienti utilizzati. Esempi di questo includono "miscele proprietarie" e l'uso di amminoacidi economici che hanno scarso o nessun beneficio nutrizionale. Di seguito discuteremo di miscele di proteine ​​e cosa cercare quando effettui il tuo prossimo acquisto.

Cos'è una miscela proteica?

Dal concentrato di proteine ​​del siero di latte alle proteine ​​di canapa organiche, ci sono centinaia di diverse polveri proteiche disponibili sul mercato, che variano per fonte, lavorazione e qualità. Quando due di più di queste polveri vengono miscelate insieme per formare un prodotto o parte di un prodotto, questo è noto come a miscela proteica.

Perché le miscele proteiche sono utili?

Con ogni fonte proteica che ha i suoi vantaggi, come contenuto proteico, prezzo, idoneità allergenica o tasso di rilascio, può essere utile combinare più fonti proteiche, in modo che il prodotto finito offra molteplici vantaggi. Ad esempio, se guardiamo alle proteine ​​del siero di latte, che da solo viene digerito rapidamente; e proteine ​​del latte che da sole vengono digerite lentamente; combinando i due abbiamo una miscela proteica che fornisce un rilascio prolungato di proteine ​​per un certo numero di ore, garantendo un rilascio prolungato di nutrienti per incoraggiare la crescita e la riparazione dei muscoli.

In che modo le aziende nascondono i livelli di inclusione nelle loro miscele proteiche?

Varie tattiche sono utilizzate dalle società di integratori per nascondere i livelli delle varie fonti proteiche nelle loro miscele proteiche. Una tattica comune è dichiarare collettivamente le proteine ​​nella dichiarazione degli ingredienti come una miscela proteica o miscela esclusiva.

Quali sono le miscele proprietarie?

Mentre in circostanze normali gli integratori devono dichiarare gli ingredienti in ordine decrescente di peso, aggirano questo raggruppando tutte le fonti proteiche tra parentesi nella parte superiore della dichiarazione degli ingredienti.

In che modo le miscele proprietarie ingannano il consumatore?

Ciò significa che possono quindi aggiungere quantità minuscole di costose fonti proteiche alla miscela (come l'isolato di proteine ​​del siero di latte o il siero di latte idrolizzato) e far sembrare che siano in cima alla lista degli ingredienti. Ecco un esempio che ho preso in giro di seguito.

Esempio

ingredienti Inclusioni
Isolato di proteine ​​di soia 35%
Proteine ​​del siero concentrato 35%
condimento 10%
Colorazione 5%
Dolcificante 5%
Altri riempitivi 5%
Whey Protein Isolate 1%
Latte concentrato di proteine 1%
Proteine ​​del siero di latte idrolizzate 1%
Caseina micellare 1%
Caseinato di calcio 1%
Come potrebbe apparire la dichiarazione degli ingredienti: Miscela proteica (concentrato di proteine ​​del siero di latte, isolato di proteine ​​di soia, proteina di siero di latte idrolizzata, isolato di proteine ​​di siero di latte, caseina micellare, concentrato di proteine ​​del latte, caseinato di calcio, aroma, colorante, dolcificante, altri filler ... Come puoi vedi, la dichiarazione degli ingredienti può dare una visione piuttosto distorta dei livelli degli ingredienti che sono effettivamente presenti nella miscela, e questo non è esattamente un esempio estremo; sfortunatamente è abbastanza vicino a quello che fanno molte aziende.

In che modo GoNutrition offre tranquillità rispetto alle miscele proprietarie?

Alla GoNutrition ci rifiutiamo di usare miscele proprietarie. Elenchiamo invece tutti i nostri ingredienti attivi e i loro livelli di inclusione nella miscela. Ecco un esempio di come dovrebbe essere fatto, dal nostro ProBlend 5: "Concentrato di proteine ​​del siero di latte 80% (34.4%), Caseina micellare 85% (25.5%), Isolato di proteine ​​del siero di latte 90% (16.7%), L glutammina, Caseinato di calcio (3.3%), Albume d'uovo (3.3%), Cacao Polvere (solo triplo aroma di cioccolato), polvere di semi di lino, aroma naturale ... "Come puoi vedere, viene dichiarata la percentuale esatta di ogni fonte, quindi sai esattamente cosa stai ricevendo e, cosa più importante, cosa stai inserendo il tuo corpo.

Ci sono altri trucchi cattivi usati?

Purtroppo la risposta è "sì". Un altro trucco comune utilizzato dai fornitori di nutrizione subdola è di astenersi dal rivelare la qualità degli ingredienti utilizzati. Ad esempio, un concentrato di proteine ​​del siero di latte può variare ovunque da 30-85% in proteine, il resto è costituito da grassi e carboidrati indesiderati che è prevalentemente lattosio - uno zucchero ad alto indice glicemico. Molte aziende useranno polveri proteiche di bassa qualità per contenere i costi. Non hanno bisogno di dichiarare i singoli livelli proteici solo il livello proteico complessivo.

In cosa differisce GoNutrition?

Come si può vedere dall'esempio sopra del nostro ProBlend5 ™, non solo dichiariamo il livello di ogni singola fonte proteica nella miscela, ma dichiariamo anche il livello di qualità (percentuale di proteine) della fonte.

Devo solo preoccuparmi del livello proteico complessivo della formula?

Purtroppo non è così semplice. In effetti, esiste uno stratagemma finale usato per aumentare artificialmente i livelli di proteine, e questo è probabilmente il peggiore di tutti. L'aggiunta di polveri di amminoacidi di basso valore e bassa qualità alle miscele proteiche può effettivamente causare loro un risultato falso positivo su un test proteico.

Cosa c'è che non va nelle polveri di aminoacidi?

Alcune polveri di aminoacidi sono buone e possono aiutare ad aumentare la sintesi proteica, ad esempio i BCAA (leucina isoleucina e valina). Altri aminoacidi, come la glicina, hanno poco o nessun beneficio in termini di allenamento e recupero. Tuttavia sono economici e possono causare risultati falsi positivi nei test sulle proteine ​​di laboratorio, quindi alcune aziende imbrogliano aggiungendone grandi quantità alle loro miscele proteiche. La loro presenza fa apparire il contenuto proteico più elevato di quanto non sia realmente nei risultati dei test.

Perché alcune aziende lo fanno?

La risposta è semplice: profitto! Utilizzando le tattiche di cui sopra, le aziende possono ridurre il costo della loro miscela proteica di oltre lo 75%. Possono quindi vendere il prodotto su ciò che sembrerebbe di grande valore, ma comunque trarre un grande profitto. Il costo del concentrato di proteine ​​del siero di latte 80 è triplicato negli ultimi anni e, con l'aggiunta dell'IVA sulle polveri proteiche, ciò ha purtroppo spinto le aziende senza scrupoli ad attirare i propri clienti.

Qual è la posizione di GoNutrition su questo?

Mentre aggiungiamo aminoacidi ad alcune delle nostre miscele proteiche, aggiungiamo sempre solo quelli che funzionano e mai come riempitivi per ridurre i nostri costi. Dichiareremo sempre (proprio sotto i valori nutrizionali) i livelli di eventuali ingredienti attivi aggiunti. Ecco l'esempio della nostra proteina essenziale: include anche per porzione 45g: Creatina monoidrato: 5g Taurina: 2.5g Glutammina: 1g

Quali sono le domande chiave che dovrei porre quando cerco una miscela proteica di qualità?

  • Il fornitore dichiara i livelli di ciascun ingrediente attivo utilizzato?
  • Il livello percentuale di proteine ​​di ciascuna fonte proteica è dichiarato?
  • La miscela proteica ha una consistenza fluida?
  • Il fornitore giustifica l'uso di tutti gli ingredienti nella loro descrizione?
  • La presenza di ingredienti è supportata da solide prove scientifiche?
Se la risposta a una delle precedenti domande è "No", è tempo di porre alcune domande. Non dovresti aver paura di porre le domande direttamente o tramite i social media. Se la società non ha nulla da nascondere, saranno in grado di darti le risposte. Altrimenti, eviteremmo sicuramente, poiché non ci fideremmo di mettere i loro prodotti nei nostri corpi.

Ulteriori letture

Reidy PT, Walker DK, Dickinson JM, Gundermann DM, Drummond MJ, Timmerman KL, Fry CS, Borack MS, Cope MB, Mukherjea R, Jennings K, Volpi E, Rasmussen BB. (2013) - L'ingestione di miscele proteiche dopo l'esercizio di resistenza promuove la sintesi proteica dei muscoli umani. Journal of Nutrition, 2013 jn.112.168021; Gennaio 23, 2013.
più vecchio
post più recente
Chiudi (esc)

Iscriviti alla nostra newsletter

Notizie e offerte esclusive direttamente nella tua casella di posta.

Cerca

Carrello

Il carrello è vuoto.
Acquista ora